Revisione di libri di anti-vaccinisti




Autore: Eugenio Serravalle
Prima edizione: 2009
Editore: Il leone verde

La poliomielite e l'eradicazione ... delle dicerie:lo tsunami

Il vaccino antipertosse e le allergie - I° parte

Il vaccino antipertosse e le allergie - II° parte

leggenda metropolitana: "Non è stata la vaccinazione a debellare il vaiolo"

Il vaccino antipolio orale (OPV o Sabin) e la retromutazione

Il morbillo nel primo anno di vita: l'incidenza

Il morbillo nel primo anno di vita: gli anticorpi

Il vaccino antimorbillo può causare la morte?

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 1° parte

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 2° parte

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 3° parte

I vaccini multipli sovraccaricano il sistema immunitario?

I vaccini multipli fanno deragliare il sistema immunitario?

L'efficacia del vaccino antimorbillo - il caso USA

Il morbillo in Italia nel 2007






Autori: Claudia Benatti - Franco Ambrosio - Carla Rosa
Prima edizione: 2006
Editore: Il leone verde

La sicurezza del vaccino contro difterite, tetano e pertosse

Il vaccino antimorbillo e la meningite asettica

La sicurezza del vaccino esavalente

Il foglietto illustrativo

La formaldeide nei vaccini

La sicurezza del vaccino MPR (morbillo - parotite - rosolia) - prima parte





Autore: Roberto Gava
Seconda edizione: 2010
Editore: Salus Infirmorum

I vaccini multipli sovraccaricano il sistema immunitario?

La sicurezza del vaccino MPR (morbillo - parotite - rosolia) - prima parte

La sicurezza del vaccino MPR (morbillo - parotite - rosolia) - seconda parte

Il virus del morbillo e le mutazioni genetiche

leggenda metropolitana: "Non è stata la vaccinazione a debellare il vaiolo"

La formaldeide nei vaccini





Autori: Roberto Gava e Eugenio Serravalle
Prima edizione: 2010
Editore: SalusInfirmorum

Bufala: "Chi è vaccinato ha un rischio più alto di contrarre il tetano"

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 1° parte

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 2° parte

La favola dei bambini "naturalmente" protetti dal tetano - 3° parte

Bufala: "I bambini non sono a rischio di tetano"





Autore: Lorenzo Acerra
Prima edizione: 2002
Editore: Giunti Gruppo Editoriale, Firenze - Demetra

Ho girato e rigirato il libro e le pagine, ma non ho trovato da nessuna parte anche solo la minima indicazione di chi sia questo Lorenzo Acerra. Oltre al nome non viene svelato assolutamente nulla.

Se si cerca su Internet si scopre che è del Comilva. Il Comilva è un gruppo di anti-vaccinisti che afferma che il loro unico scopo è la liberazione dall'obbligo alle vaccinazioni ma che in realtà diffonde attivamente e in modo subdolo disinformazione sui vaccini, come dimostrerò in questo spazio Internet.

Di una persona che pubblica un libro sulle vaccinazioni, ci si dovrebbe aspettare che sappia almeno le cose principali su questo tema. Ma come dimostrano già solo alcuni esempi, non è così:

Pag. 31
Tetano

"La tossina tetanica prodotta dal virus del tetano si diffonde etc. etc."

Commento: non è un virus, ma un batterio, le cui spore sviluppano la micidiale tossina quando trovano terreno adatto.

Pag. 21
La funzione dei macrofagi
"(....) Il metodo di iniettare il vaccino nel sangue ..."

Commento: Nessun vaccino viene iniettato nel sangue ma nel muscolo o subcutaneo.

Pag. 33

Vaccinazioni infantili: il calendario

al terzo, al quinto e al undicesimo mese, secondo Acerra, è previsto il vaccino "Influenzale" che a pagina 29 viene descritto così "si conoscono due famiglie principali del virus, il tipo A e il tipo B, ma ce ne sono molte varianti ("la russa", "l'asiatica", "l'australiana", "la cinese" ecc.) ...

Acerra evidentemente non ha nemmeno capito che nel calendario vaccinale per i bambini è previsto il vaccino contro un batterio che provoca una meningite molto pericolosa. Il batterio si chiama "haemophilus influenzae B (Hib)" che non ha niente a che fare con l'influenza. Si chiama così, perché una volta si pensava che fosse questo batterio a causare l'influenza, ma successivamente si è scoperto che la causa principale era un virus e il batterio in questione era un germe opportunistico che colpiva spesso dopo l'influenza, sfruttando la forte immundepressione che il virus dell'influenza provoca.

Questi 3 esempi dovrebbero già far venire il sospetto che l'autore non sia poi un grande esperto di malattie infettive nè tantomeno di vaccinazioni, come vuole farci credere.

Commenterò via via i vari capitoli di questo libro.



Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3





copyright © Ulrike Schmidleithner - info ( at ) vaccinfo.it - 2008 - 2015 tutti i diritti riservati



home